Lago di Garda e Valtenesi

Garda e Valtenesi

Fondo in alcuni punti più di 300 metri e lungo oltre 50 chilometri, il Lago di Garda, il maggiore tra i laghi italiani, condiziona fortemente il clima locale, determinando venti, piogge e mitigando i rigidi inverni alpini. Una macchia di sapori e colori mediterranei incorniciata dalle Alpi, una sorta di “Mediterraneo del Nord” sulle cui sponde da secoli fioriscono coltivazioni di capperi, cedri, olivi, vite da vino; è il luogo più a nord del mondo dove vengono coltivati i limoni.

cascine della valtenesi

Fondo in alcuni punti più di 300 metri e lungo oltre 50 chilometri, il Lago di Garda, il maggiore tra i laghi italiani, condiziona fortemente il clima locale, determinando venti, piogge e mitigando i rigidi inverni alpini. Una macchia di sapori e colori mediterranei incorniciata dalle Alpi, una sorta di “Mediterraneo del Nord” sulle cui sponde da secoli fioriscono coltivazioni di capperi, cedri, olivi, vite da vino; è il luogo più a nord del mondo dove vengono coltivati i limoni.

cascine della valtenesi
cascine della valtenesi

La Valtènesi, si trova sulla costa occidentale, è una zona collinare, incorniciata a Est dal Lago, a Ovest dalla Valle del Chiese, a Nord dai massicci montuosi e a Sud dalla zona di Lugana, da cui si differenzia principalmente per una pedogenesi completamente diversa. Le colline che caratterizzano l’orografia della Valténesi, si formarono durante le ere glaciali, quando le lingue dei ghiacciai scavarono il lago e spinsero lateralmente materiale di diversa origine. Come facile intuire, l’azione delle glaciazioni non è stata omogenea sul territorio, che si caratterizza quindi ad oggi per una enorme varietà di suoli. Le colline più occidentali, come quelle su cui si trova Cascina Belmonte, sono sono le morene più antiche, e sono riconoscibili dai profili più morbidi, per via dell’azione del tempo che la ha smussate.

La Valtènesi, si trova sulla costa occidentale, è una zona collinare, incorniciata a Est dal Lago, a Ovest dalla Valle del Chiese, a Nord dai massicci montuosi e a Sud dalla zona di Lugana, da cui si differenzia principalmente per una pedogenesi completamente diversa. Le colline che caratterizzano l’orografia della Valténesi, si formarono durante le ere glaciali, quando le lingue dei ghiacciai scavarono il lago e spinsero lateralmente materiale di diversa origine. Come facile intuire, l’azione delle glaciazioni non è stata omogenea sul territorio, che si caratterizza quindi ad oggi per una enorme varietà di suoli. Le colline più occidentali, come quelle su cui si trova Cascina Belmonte, sono sono le morene più antiche, e sono riconoscibili dai profili più morbidi, per via dell’azione del tempo che la ha smussate.

cascine della valtenesi

La coltivazione della vigna e la produzione del vino, hanno radici antiche su questi territori, ma un fatto ne ha certamente segnato l’identità recente; il lavoro di studio e approfondimento portato avanti oltre un secolo fa, nel 1890, dal senatore del Regno d’Italia Pompeo Molmenti, il quale, avvalendosi della collaborazione di agronomi francesi, valutate le caratteristiche del terreno, del clima e del Groppello, intuì che il vino rosa, potesse esprimere al meglio le caratteristiche del territorio e codificò quindi, per primo in Italia, il procedimento produttivo del rosé, denominandolo Chiaretto (dal francese “Clarèt”). Nel 1967, la zona si è vista riconoscere per la prima volta la Denominazione di Origine Controllata.

cantine della valtenesi

La coltivazione della vigna e la produzione del vino, hanno radici antiche su questi territori, ma un fatto ne ha certamente segnato l’identità recente; il lavoro di studio e approfondimento portato avanti oltre un secolo fa, nel 1890, dal senatore del Regno d’Italia Pompeo Molmenti, il quale, avvalendosi della collaborazione di agronomi francesi, valutate le caratteristiche del terreno, del clima e del Groppello, intuì che il vino rosa, potesse esprimere al meglio le caratteristiche del territorio e codificò quindi, per primo in Italia, il procedimento produttivo del rosé, denominandolo Chiaretto (dal francese “Clarèt”). Nel 1967, la zona si è vista riconoscere per la prima volta la Denominazione di Origine Controllata.

cantine della valtenesi
dsc09553-1

Lago di Garda cosa vedere

Sei al Lago di Garda e non sai cosa vedere? La soluzione sono le numerose cantine della valtenesi, tra cui Cascina Belmonte! Un viaggio nella tradizione enogastronomica di questo territorio.

Una delle attività imperdibili è la visita alle cantine della valtenesi, dove è possibile immergersi nel fascino della tradizione vinicola locale. Noi di Cascina Belmonte offriamo tour guidati che permettono ai visitatori di conoscere da vicino il processo di produzione del vino, dalla vendemmia alla fermentazione e all’invecchiamento. Infine, è possibile trovare una vasta selezione dei migliori vini locali. Noi di Cascina Belmonte organizziamo eventi e degustazioni in cui sedersi e gustare un bicchiere di vino accompagnato da prodotti tipici della cucina locale.

Lago di Garda cosa vedere

Una delle attività imperdibili è la visita alle cantine della valtenesi, dove è possibile immergersi nel fascino della tradizione vinicola locale. Noi di Cascina Belmonte offriamo tour guidati che permettono ai visitatori di conoscere da vicino il processo di produzione del vino, dalla vendemmia alla fermentazione e all’invecchiamento. Infine, è possibile trovare una vasta selezione dei migliori vini locali. Noi di Cascina Belmonte organizziamo eventi e degustazioni in cui sedersi e gustare un bicchiere di vino accompagnato da prodotti tipici della cucina locale.

dsc09553-1
la-cascina-cta
la-cantina-cta
il-progetto
0